“Paprika”, Italia, 1991

paprikapaprika_dvd_2dpaprika1991_1463228744428

Altri titoli: O Bordel de Paprika (BRA), Kullanmuru (FIN), Паприка (RUS)
Regia: Tinto Brass
Cast: Debora Caprioglio, Stéphane Ferrara, Martine Brochard
Genere
: erotico
Durata: 120′

Trama: Nel 1948, la giovane Mimma viene convinta dal fidanzato Nino a lavorare in una casa di tolleranza per la cosiddetta “quindicina” e raccogliere così i soldi necessari a rilevare l’azienda in cui lavora e poi sposarsi. Qui la ragazza, che assume il soprannome di “Paprika”, scoprirà i piaceri della vita sessuale più libertina e un nuovo amore, nella figura del giovane marinaio Franco. Quando scopre che Nino voleva solo i soldi ed aveva già un’altra donna da anni, essendo ormai schedata come prostituta, Mimma inizia a girare svariate case chiuse, conoscendo una grande varietà di personaggi e vivendo le esperienze più disparate…

gal_1

Il bordello di Madame Colette.

Ispirato al romanzo “Fanny Hill” di John Cleland (che nel 1964 aveva già ispirato “La cugina Fanny” di Russ Meyer), il film vuole essere una sorta di critica alla legge Merlin, che nel ’58 chiuse definitivamente i bordelli italiani, tanto cari a Tinto Brass. Il film, celebrazione del sesso come fonte di gioia e libertà, sarà anche il trampolino di lancio per la giovane attrice veneziana Debora Caprioglio, allora 23enne, dopo alcuni film con il primo fidanzato storico, l’attore e regista tedesco Klaus Kinski.

senza-titolo-2

La visita di Mimma. Scoppia di salute!

Il film pullula di scene di sesso, sia etero sia lesbo (famosa quella con Nina Soldano di “Un posto al sole”), in cui non viene nascosto nessun particolare dei corpi nudi (anche se quasi tutti i membri maschili sono finti) e, quindi, quasi ogni scena mette in bella mostra tette e culi delle ragazze dei bordelli. Non mancano anche alcune scene ai limiti del grottesco, come la scena di sesso col gobbo e il pissing con il principe Ascanio. Nonostante tutto, però, quasi mai le suddette scene risultano realmente eccitanti. Ma di sicuro non può che far piacere vedere con quanta spontaneità la giovane Debora metta in mostrale curve morbide e abbondanti, regalando un’ottima interpretazione del suo personaggio, nonostante doti attoriali non eccelse.

tn_4-300x200

L’immancabile scena del bagno.

Il film si lascia guardare, col suo ritmo gioioso e gli spaccati sulla vita nei bordelli, ma la durata eccessiva (due ore) e una certa ripetitività di fondo iniziano ad annoiare dopo il primo tempo, nonostante la burrosa protagonista riesca a tenere alta l’attenzione. Anche qui, Brass offre un breve cammeo (è il ginecologo che fa abortire Mimma), alquanto evitabile, mentre se la cava già meglio alla regia, con scene pulite e la solita passione per gli specchi e i sederi belli tondi (oltre a concentrarcisi con la cinepresa, saranno in molti i clienti dei bordelli a gridare a gran voce che vogliono il culo). In definitiva un filmetto passabile, che poteva sicuramente essere riassunto in meno di 90′ e risultare più scorrevole, ma è da molti considerato uno dei migliori film del regista italiano.

tetto-4

Tette, culi, pelo e uccelli ogni 5 minuti.

sangue-0-5

Solo una scena di pissing e una morte per droga.

stelle-2.5

Giudizio finale: 5/10

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Erotico, Italia, Movies e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...